Come inventarsi un lavoro
‘La libreria sull’isola’ a Stromboli

La libreria sull'isola StromboliPer chi, come la sottoscritta, ha scelto come meta della propria vacanza Stromboli, l’isola vulcanica più particolare e aspra dell’arcipelago delle Eolie, tra un tuffo nel mare blu intenso, una passeggiata al porto e, per i più temerari, una scalata serale sul vulcano per vedere i crateri che sbuffano, a scandire i tempi c’è anche una tappa in libreria.
Quella di Stromboli si trova a Piscità, zona tra le più animate e piacevoli; si chiama semplicemente La Libreria sull’isola ed è uno dei punti di riferimento per turisti e isolani in cerca di qualcosa in più oltre alla vita immersa nel mare e nella natura.
Già dalle 10 di mattina, orario di apertura, c’è un via vai di gente che entra anche solo per salutare Maria Claudia e Giorgio che, da due anni, hanno rilevato il locale dandogli una nuova linfa vitale.

La libreria sull'isola Stromboli insegnaLa loro storia è la riprova che l’amore per i libri può condurre lontano, sia in senso fisico che metaforico. La comune passione per la letteratura e l’editoria li ha fatti conoscere, diventare amici e intraprendere questa avventura un po’ velleitaria, ma anche ricca di soddisfazioni.

Maria Claudia Ferrari Bellisario e Giorgio Trasarti, originario delle Marche, si incontrano a Roma frequentando un master in editoria presso Minimun Fax. Entrambi hanno varie esperienze alle spalle nel campo, ma sono ancora alla ricerca della propria strada. La passione di Giorgio per Stromboli fa il resto e così i due amici decidono di fare il grande salto: prendere in gestione una libreria proprio in quel luogo estremo e affascinante, raccontato in tutta la sua forza da Roberto Rossellini nel film con la divina Ingrid Bergman.

Ingrid Berman - Stromboli
Ingrid Berman – Stromboli

Il caso va in loro aiuto.
La libreria esisteva già dal 2000 e la vecchia titolare era in cerca di un sostituto. Nel 2012, spinta dall’entusiasmo dell’ amico Giorgio, a febbraio Claudia arriva per la prima volta a Stromboli.
Nonostante il clima invernale, l’asprezza dell’isola, che d’inverno conta appena 300 abitanti, Claudia e Giorgio si innamorano di questa possibilità.

Da Pasqua dello scorso anno sono ufficialmente i gestori della Libreria sull’isola, per ora con un contratto biennale, con la speranza di poter proseguire nel loro progetto.
Sì perché al di là dei libri, questo delizioso spazio composto, oltre che dal negozio di libri, da un patio tipicamente strombolano con annesso giardino in fiore, è un vero progetto, un work in progress a cui i due librai lavorano con solerzia e costanza. L’obiettivo, in parte già riuscito, è quello di trasformare La Libreria sull’Isola nel polo culturale di Stromboli durante la stagione estiva.

Intanto è un internet point aperto a tutti, il luogo adatto per chi ha bisogno di connessione e tranquillità.
Il cinema è una delle attività più seguite. La proiezione di film e documentari è un appuntamento fisso e un’attività fondamentale per gli introiti. Poi ci sono le presentazioni dei libri, i concerti di musica da camera, i reading letterari e addirittura le sessioni di yoga la mattina.
Per Claudia e Giorgio la parola d’ordine è sperimentare.

Questa stagione, finora è stata particolarmente fortunata grazie alla collaborazione con le iniziative del Teatro Ecologico in scena a Stromboli nel mese di luglio.
Poi si sono succeduti i reading letterari: Anna Bonaiuto che leggeva Anna Maria Ortese, Isabella Ragonese con un brano da Non dirmi che hai paura di Giuseppe Catozzella, Franco Marcoaldi con il suo Il mondo sia lodato in uscita per Einaudi.

Il luogo fa tanto perché il suggestivo giardino che dà le spalle al mare e si affaccia su “iddu” (così gli abitanti di Stromboli chiamano il vulcano che dà il nome alla loro isola) è lo spazio dove si avvicendano da maggio a fine settembre, tempo permettendo, le varie attività culturali proposte dalla libreria.

Intanto c’è una grande attenzione ai bambini. Hanno incrementato molto l’offerta dei libri per ragazzi. I più piccoli sono una fetta consistente del pubblico della libreria: arrivano, entrano, si guardano intorno, scelgono, si intrattengono con Claudia e Giorgio e i genitori li lasciano volentieri lì per un po’, il tempo di una colazione o della spesa.
E la domenica appuntamento fisso con il cinema per bambini, un’iniziativa che non manca mai di riempire il giardino.

Libreria sull'isolaPer essere pronti e affrontare al meglio la stagione estiva, il lavoro di Claudia e Giorgio inizia molti mesi prima a Roma, con la scelta dei libri da ordinare in conto deposito presso i vari editori. Fa seguito la spedizione di tutto il materiale, uno degli aspetti più complicati della gestione, visto che la nave arriva a Stromboli da Napoli solo due volte la settimana e le attività commerciali stagionali sull’isola sono tante.
Poi a fine stagione la libreria va svuotata perché il clima e l’umidità non aiutano la conservazione dei volumi.

Insomma per dare vita a un progetto di questo tipo l’impegno è molto, ma gli introiti?
Claudia ci confessa che i guadagni finora non sono molti; nonostante le varie attività e iniziative riescono a mantenersi non di certo ad arricchirsi, ma questo oggi accade alla maggior parte delle librerie, soprattutto a quelle più piccole.
Intanto le vendite stagionali vanno bene. In testa alla classifica dei libri più acquistati ci sono tre titoli tutti legati all’isola: A Stromboli di Lidia Ravera e A Stromboli di Maria Vittoria De Matteis e ancora … e poi Stromboli di Fabio Famularo.

stromboliPer poter proporre una valida offerta, Claudia e Giorgio sono ovviamente degli avidi lettori. Abbiamo chiesto loro di indicare i volumi che li hanno più colpiti recentemente.
Per Claudia la scelta è ricaduta su: Atti osceni in luogo privato di Marco Missiroli, Tutte le poesie di Raboni, raccolta uscita per Einaudi, e L’invenzione della madre di Marco Peano, editor di Einaudi al suo esordio nella narrativa.
Giorgio invece ha scelto: Non dirmi che hai paura di Giuseppe Catozzella, Gli anni al contrario di Nadia Terranova e Annientamento primo volume della trilogia di Jeff VanderMeer.

Da parte nostra un grande in bocca al lupo e… arrivederci all’estate prossima!

Autore televisivo, dal 1993 lavoro per la Rai in vari programmi sulle tre reti. Giornalista pubblicista, laureata in Lingue e Letterature Straniere, ho insegnato inglese e svolto uffici stampa. Vivo a Roma, sono sposata e ho un figlio.

  1. Grazie del post.
    Grazie a Giorgia e Claudio. Passione e intraprendenza, sono un esempio per tutti. Un grande in bocca al lupo!
    Se avrò modo di visitare Stromboli, farò un giro alla Libreria sull’Isola.

  2. In Bocca Al Lupo certamente. Avanti donne, uomo con l’energia che Iddù ci dà (ricordi di soggiorni 78/84 e , a Ginostra , 2000/2004 !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)

    Bon courage. Forward !

Lascia un commento

*