Guida al mestiere del Self Publisher
Intervista a Rita Carla Francesca Monticelli

E’ un’autrice di fantascienza e thriller, sarda, vive a Cagliari, ha iniziato a pubblicare nel 2012 quando Kindle Direct Publishing è arrivato in Italia. Attualmente ha 11 titoli in italiano e 6 in inglese, tutti auto pubblicati, tranne uno pubblicato da Amazon Crossing. In Italia ha venduto circa 13 mila copie, mentre i suoi romanzi tradotti in inglese hanno venduto oltre 170 mila copie. E’ stata considerata uno dei migliori autori italiani indipendenti da Wired Magazine. Segni particolari: parla a raffica, ma come un libro stampato. Nome in rete: Anakina. Questa sua intervista è un’ottima guida al Self Publishing.

Cominciamo dall’inizio. Nel Self Publishing non si lavora da soli ma ci si avvale dell’aiuto di professionisti per le varie fasi di preparazione del libro: editing, beta reading, copertina, correzione di bozze e promozione. Tu di quali collaboratori ti avvali? Continua a leggere Guida al mestiere del Self Publisher
Intervista a Rita Carla Francesca Monticelli

Il fattore Borges
seconda parte

Il fattore Borges Cover

Lo scrittore argentino Alan Pauls ha presentato a Roma
Il fattore Borges
(vedi qui la prima parte)

Ora io posso parlarvi di come e perché ho scritto Il fattore Borges. E’ stato in parte scritto per un incarico, avuto verso la fine degli anni Novanta, quando si avvicinava il centenario della nascita di Borges. Ma la mia è stata anche la risposta a una stanchezza rispetto alle critiche fatte a Borges, un fastidio e un’irritazione che mi suscitava il fatto che la molteplicità di Borges fosse soffocata da una serie di luoghi comuni che pesavano su di lui per cui era considerato una sorta di saggio, un po’ autistico, che scriveva dalla sua torre d’avorio testi che non tutti potevano capire.  Continua a leggere Il fattore Borges
seconda parte

Il libraio è il mestiere più bello del mondo!
La libreria Koob a Roma

“Questo è un lavoro bellissimo che ti rimane nel cuore, mentre le case editrici sembrano castelli isolati dal mondo”.

Chi parla è Paolo Nicoletti Altimari che ha fondato e dirige la libreria Koob a Roma, vicino a piazza Mancini, davanti all’entrata posteriore del Maxxi. Originario di Ivrea, Paolo ha svolto vari lavori in campo editoriale, è stato lettore per le case editrici e traduttore. L’esperienza decisiva di libraio l’ha fatta alla Hoepli a Milano, una magnifica libreria di cinque piani, con tutti i settori possibili e immaginabili. Nel suo piccolo, la Koob ha il piano di sopra e di sotto, lo spazio per i bambini, quello per gli incontri e l’angolo bar. La cosa più interessante da fare, se andate in libreria, è chiedergli un suggerimento su cosa leggere… a me ne ha dati così tanti che non me ne sarei più andata, ma qui ne dirò soltanto alcuni… Continua a leggere Il libraio è il mestiere più bello del mondo!
La libreria Koob a Roma

C’è un buco nero nel cuore di ogni grande romanzo
Intervista a Javier Cercas

Miguel-de-Cervantes-604x390

Lo scrittore spagnolo Javier Cercas parla di Barcellona, dell’invenzione del romanzo fatta da Miguel de Cervantes, del ruolo dello scrittore, della letteratura che può cambiare il mondo e del buco nero che c’è al centro di ogni narrazione.  Eccolo, intervistato da Bruno Arpaia a Libri Come. Continua a leggere C’è un buco nero nel cuore di ogni grande romanzo
Intervista a Javier Cercas

Meglio il self publishing o gli editori?
L’autore ibrido

Si potrebbe pensare che si autopubblichi solo chi non ha ancora trovato un editore, ma oggi non è più così. Se sia meglio il self publishing o un editore non è più una scelta evidente. Perciò l’abbiamo chiesto a 5 autori ibridi. Il primo, Riccardo Bruni, un autore di gialli, candidato al Premio Strega con La notte delle falene, sta facendo parlare di sé perché è la prima volta che un auto pubblicato viene candidato allo Strega.

“Tanto per chiarire La notte delle falene non è un self publishing, è stato pubblicato da Amazon Publishing, un editore che da dicembre è attivo anche in Italia. Il mio libro è stato uno dei primi quattro che hanno pubblicato. Però io vengo dal self publishing. Lavorando come self ti trovi a occuparti di tutta una serie di cose che devi imparare a gestire, dal cercarti un buon editor, fino alla grafica della copertina, mentre con un editore ci saranno dei professionisti che cureranno quegli aspetti. Il primo libro che ho autoprodotto superando tutti i vari passaggi è Zona d’ombra alla fine del 2012. Nei primi due, tre mesi, ha venduto qualche migliaio di copie che mi hanno fatto subito salire in classifica. Ti ritrovi accanto a Grisham e lì ti rendi conto che nell’editoria qualcosa è cambiato. Continua a leggere Meglio il self publishing o gli editori?
L’autore ibrido

Preparativi per la prossima vita
Nicola Lagioia intervista Atticus Lish

Nicola Lagioia Atticus LishAtticus Lish è un esordiente di successo che ha scritto un romanzo su New York vista dal basso. Preparativi per la prossima vita è partito con 3500 copie, grazie a un piccolo editore, ed è diventato un libro importante di questa stagione americana. Ecco l’autore intervistato da Nicola Lagioia.

“C’era una volta la New York di Colazione da Tiffany che era un posto scintillante e malinconico, popolato da scrittori in erba e miliardari senza scrupoli, ragazze perdute che dall’Upper East Side prendevano un taxi, la mattina presto, per andare a vedere i propri sogni ricomposti nella vetrina di una gioielleria. L’immaginario letterario della città si è nutrito di tante New York. I commercianti eroici di Malamud, o gli yuppies tremendi di Bret Easton Ellis, il Bronx ruspante di Don DeLillo. Continua a leggere Preparativi per la prossima vita
Nicola Lagioia intervista Atticus Lish

Intervista a Mathias Énard
vincitore del Goncourt 2015

Mathias-Enard-e-Tiziana-ZitaMathias Énard è uno scrittore insolito – lirico, storico, sensuale, esotico – è un testimone degli incontri tra Oriente e Occidente. Ha vinto di recente il premio Goncourt per Boussole (Bussola) che sarà pubblicato in Italia da E/O a settembre. Per festeggiarlo vi propongo questa intervista che ho avuto il piacere di fargli al Saint Louis de France, in occasione della presentazione del libro Parlami di battaglie, di re e di elefanti. Continua a leggere Intervista a Mathias Énard
vincitore del Goncourt 2015