Statistiche culturali: The Wire

In un episodio di The Wire (prima stagione, episodio 4), i detective McNulty e Bunk vanno in un appartamento dove sei mesi prima si è svolto un omicidio che è rimasto irrisolto. La serie è ambientata a Baltimora, città americana che ha un numero di omicidi sette volte maggiore della media nazionale americana (che è più del triplo di quella italiana). La vittima, che vediamo nelle foto, è una donna nera, nuda, che ha sul corpo grossi buchi di pallottole. Ecco il dialogo della scena:

Bunk
: Hee, sono cazzi.
McNulty: Cazzi amari…
Bunk: Cazzo… cazzo… cazzo… stracazzo.
McNulty: Altezza un metro e 61. Vent’anni.
Bunk: Hum… cazzo. Cazzo, cazzo, cazzo.
McNulty: Come cazzo…?
Bunk: Cazzo. Eeh.
McNulty: Cazzo! … Heem, no.
Bunk: Cazzo.
McNulty: Cazzo.
Bunk: Ma come cazzo…? Oh cazzo! Oh cazzo! Cazzo, cazzo, cazzo cazzo… ah… Ah cazzo. 
McNulty
: Cazzo, cazzo, cazzo.
Bunk: Cazzo, cazzo, cazzo… Ma che, cazzo?
McNulty: Bingo cazzo! … Cazzo.
Bunk: Ah!
McNulty: Proiettile del cazzo.
Bunk: Ma che cazzo, è assurdo!

A questo punto la scena è finita e il caso è risolto. Totale 34 cazzi. Nell’insieme il dialogo funziona molto bene. Nella versione originale c’è fuck al posto di cazzo. Ma l’episodio non batte Pulp Fiction dove ci sono 170 fuck-cazzi.