Lo schiavista di Paul Beatty

paul-beatty

A chi di questi tempi post umani verrebbe in mente di ripristinare l’apartheid e lo schiavismo in seno alla società occidentale? Di certo sarebbe un proposito umanamente inaccettabile e culturalmente retrò. Forse per questo poteva venire in mente solo a uno scrittore afroamericano farne il soggetto di un romanzo folle, meraviglioso, succulento come l’ha definito il Financial Times.
Ormai anche nella narrativa sono finiti (finalmente) i tempi del politicamente corretto e così Paul Beatty si è permesso di scrivere la più lacerante satira americana degli ultimi anni (The Guardian). Una satira talmente profonda e stimolante da meritare il Man Booker Prize 2016, primo scrittore statunitense a averlo ricevuto (proprio mentre io lo stavo leggendo… ). Continua a leggere Lo schiavista di Paul Beatty