Kafka on the Shore by Haruki Murakami

work-2499477-3-flat550x550075f-kafka-on-the-shore-1_2It is not normal for leeches to rain down from the sky onto a parking lot on the highway.  Nor is it normal for slick, black snow to fall onto the shoulders of some young thugs spoiling for a fight and remain stuck to their skin.  It isn’t normal for an entire class to lose consciousness while out on a school trip in the mountains and that all the children recover, while one child remains in a coma for weeks.  And it is not normal for an old man to be able to speak with cats.
His latest novel, 1Q84, tops the bestseller lists in both the East and the West.  Therefore, no introductions are necessary for Murakami, the reserved and inscrutable writer whom everyone is already talking about; instead, let’s dive straight into Kafka on the Shore.   Continua a leggere Kafka on the Shore by Haruki Murakami

Gruppo di lettura su Kafka sulla spiaggia
parte prima

Prendiamo due sceneggiatrici, un editor, una “cinematografica”, un’esperta di internet fiction (murakianamente non stiamo a precisare chi è chi). Aggiungiamo i pasticcini, il croccante alle mandorle e le noccioline pralinate. Ecco pronto il primo gruppo di lettura di Cronache Letterarie.
Tiziana
: La prima domanda è: di che cosa parla?
Giovanna
: Be’ quello ce lo ricordiamo, dai!
Tiziana
: Nel senso che ci sono dentro talmente tante storie che è persino difficile raccontare di cosa parla. Ad esempio, che c’entra la storia della montagna, lo svenimento dei bambini etc. con il resto della storia?
Cristina
: La montagna è il posto dove Oshima porta Kafka.
Tiziana
: Voglio dire che c’è un mistero, ma resta un mistero.
Cristina
: Resta un mistero com’è un mistero l’isola di Lost
Roberta
: Perché la montagna è un luogo incantato.
Cristina
: Un luogo dove accadono cose strane.
Giovanna
: Io ho una teoria a cui ho pensato venendo qua. Il libro l’ho letto più o meno un mese fa. Prima avevo deciso di non leggere più Haruki Murakami perché avevo letto, non mi ricordo quale suo libro, che mi aveva lasciato perplessa. Continua a leggere Gruppo di lettura su Kafka sulla spiaggia
parte prima

Kafka sulla spiaggia di Haruki Murakami

Non è normale che le sanguisughe piovano in un parcheggio sull’autostrada. Che cada una neve di fiocchi neri e lucenti sui giovani teppisti, intenti ad un pestaggio, e resti attaccata alla loro pelle. Che una classe perda i sensi durante una gita in montagna. Che tutti i bambini si sveglino, mentre uno resta addormentato per settimane. Che un vecchio parli con i gatti.
Il suo ultimo romanzo, 1Q84, svetta nelle classifiche dell’Oriente e dell’Occidente. Perciò è inutile parlare di Murakami, lo scrittore riservato e impenetrabile di cui già parlano tutti, ed entriamo subito in Kafka sulla spiaggia Continua a leggere Kafka sulla spiaggia di Haruki Murakami